Tag: spesa

Olio Extravergine d’oliva: qualità, benefici e guida all’acquisto

Olio Extravergine d’oliva: qualità, benefici e guida all’acquisto

Le tipologie di EVO (Olio extravergine di oliva) presenti sul mercato sono infinite e possono variare in aroma, gusto, colore, acidità e prezzo. Ma per quale motivo si consiglia il consumo di olio extravergine di oliva rispetto ad altre tipologie di oli? Come si fa a scegliere un EVO di qualità? Vediamolo insieme.

Per essere etichettato come “extravergine“, l’olio deve soddisfare delle caratteristiche estremamente specifiche da parte del Consiglio oleicolo internazionale: deve presentare come unico ingrediente esclusivo le olive, deve avere una composizione integrale, un aroma caratteristico e deve  mantenere tutti i componenti benefici nel tempo e nella fase di produzione.

La prima grande differenza da conoscere tra Olio extravergine di oliva e olio di semi sta nella fase di produzione. L’Extravergine di oliva è prodotto tramite pressione e filtrazione, con un processo chiamato estrazione a freddo,  senza il ricorso a sostanze chimiche. L’olio di semi di qualsiasi tipologia viene ottenuto tramite estrazione e raffinazione dal seme attraverso l’uso di sostanze chimiche benzeniche e corretto chimicamente con l’aggiunta di sostanze decoloranti (terre attive), deodoranti per correggerne l’odore, viene aggiunto acido citrico per la correzione di saponi e metalli. Già questo dovrebbe farci capire che il trattamento naturale dell’EVO garantisce al consumatore un apporto maggiore di sostanze nutritive e un consumo di olio con alto punto di fumo e composizione chimica caratteristica e soprattutto NATURALE (poco esposta a modificazioni tramite cottura). L’EVO è ricco di acidi grassi monoinsaturi, con un solo doppio legame nella catena chimica; l’olio di semi è ricco di polinsaturi, con più doppi legami che possono rompersi con variazioni di t° o esposizione a fenomeni fisici.

Vediamo ora nel dettaglio le caratteristiche chimiche.

L’Olio extravergine di oliva è composto da 2 frazioni: una saponificabile e una non saponificabile. Il 2% costituisce la parte non saponificabile, composta da tutte quelle sostanze che conferiscono all’olio le qualità organolettiche e ne garantiscono la conservabilità: steroli, polifenoli, tocoferoli, vitamine A, D e E. Queste sostanze presentano effetti antiinfiammatori, antitumorali, antivirale, antiossidanti (contro la formazione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento) e tra di esse è presente una molecola chiamata Oleocantale, che ha composizione chimica simile a quella dell’Ibuprofene.

La parte saponificabile occupa il 98% della composizione ed è composta da trigliceridi, principalmente acido oleico monoinsaturo (75%), acidi polinsaturi essenziali (omega 3 e omega 6) e acidi grassi saturi come acido palmitico e stearico, NESSUNA TRACCIA di acidi grassi Trans.

Gli omega 3 e omega 6 garantiscono un’efficace azione di contrasto al colesterolo cattivo LDL (già dopo una settimana di utilizzo in una dieta equilibrata) e azione protettiva sul sistema cardiovascolare, prevenendo l’insorgenza di patologie croniche legate a una cattiva alimentazione. L’acido oleico abbassa i livelli ematici di proteina C reattiva (CRP), prodotta dal fegato in risposta a uno stato infiammatorio.

La dose giornaliera raccomandate dall’EFSA è di circa 20 g al giorno, utilizzato a crudo. 

La composizione percentuale degli acidi grassi rispecchia molto la composizione fisiologica del latte materno e questo conferisce all’EVO qualità come alta assimilabilità e digeribilità.

 Come faccio a riconoscere un buon Olio EVO?

Devo far caso alle caratteristiche presenti sull’etichetta e quelle non presenti.

La prima cosa da guardare è la presenza della certificazione DOP e DOC che mi garantiscono il controllo sulla provenienza delle olive e sull’area di produzione, sulle tecniche di estrazione e trattamento (frantumazione e gramolazione).

Cultivar delle Olive: gli oli monocultivar mi garantiscono una qualità più alta e caratteristiche particolari relative al sapore.

Sapore forte e piccante: mi garantisce la presenza di sostanze antiossidanti e polifenoli

Consistenza: un olio più denso mi da informazioni sulla qualità di trattamento e sul mantenimento delle proprietà benefiche dell’olio, in quanto mi garantisce la presenza di sostanze integrali

Presenza di informazioni quali “Olio estratto a freddo” o “prima spremitura a freddo“.

Il prezzo: per quanto riguarda l’Olio EVO un asso prezzo è indice di trattamento scarso e ricorso a procedure chimiche che hanno portato alla perdita delle sostanze benefiche

 Fonti Scientifiche:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8517637

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17545695