Tag: nutrizione

CHETOGENICA E PRESTAZIONE SPORTIVA

CHETOGENICA E PRESTAZIONE SPORTIVA

Qualche studio scientifico sul rapporto tra chetogenica e memoria nella prestazione sportiva. Utile per chi fa parte della ketochallenge e per chi, invece, vuole solo aggiornarsi un pò. Oggi nel pieno fuoco del #day2 vi parlo degli effetti benefici della keto sulle #funzionicognitive, il nostro team, che vi ricordo essere composto dai trainer della ASD Prestige e Metamorphosis: Dott.ssa Sara Valente, Nutrizionista è talmente eterogeneo, e figo 😎, che non si preoccupa solo di mettere in forma il vostro fisico💪 ma anche il vostro cervello🧠 Oggi vi metto sul piatto (passatemi il termine) tre studi californiani svolti su modello murino🐭 dai quali è emerso che la dieta chetogenica fa bene al nostro cervello, ossia lo protegge dai sintomi dell’invecchiamento rendendo i nostri neuroni più #resilienti. La capacità cognitiva dei topi in questione è stata misurata testandone le prestazioni alle prese con labirinti, travi da equilibrio e ruote da corsa, tenendo sotto controllo anche le funzioni cardiache. 💡La prima ricerca prendeva in esame dei topolini in età avanzata sottoposti a una dieta chetogenica alternata a una normale dieta di controllo. Gli scienziati hanno rilevato che tutti i topini anziani oggetto dell’esperimento mostravano nei test maggior #memoria dei loro simili più giovani, attribuendo questo effetto a un particolare acido, il BHB o beta-idrossi-butirrato, prodotto durante la chetosi. 💡La seconda ricerca si è tenuta su topini adulti e dai risultati è emerso che la durata media di #vita dei roditori sottoposti a dieta chetogenica è incrementata del 13% (il corrispettivo di 7-10 anni per l’uomo). Non solo! sono stati registrati miglioramenti anche a livello delle funzioni #motorie e della massa #muscolare. 💡La terza ricerca invece si è concentrata sul rapporto tra dieta chetogenica e infiammazione del cervello. I benefici di questa dieta a livello #antiinfiammatorio sono noti da moltissimi anni in clinica per il trattamento delle epilessie ma erano ancora oggetto di discussione i meccanismi antiinfiammatori veri e propri (insomma funzionava, ma non era ancora ben chiaro come) il gruppo di scienziati in questione è finalmente riuscito a trovare una spiegazione a questi effetti trovando prima il processo molecolare attraverso cui la dieta chetogenica riduce l’infiammazione e a individuare in seconda battuta la #proteina capace di innescare questo meccanismo. Nella dieta chetogenica l’apporto di glucosio da carboidrati è minimo e al posto degli zuccheri sono i grassi la principale fonte di energia quindi il processo metabolico per estrarla cambia. Su questi presupposti i ricercatori hanno indotto nei topolini uno stato chetogenico avvalendosi di una particolare proteina capace di bloccare il metabolismo del glucosio che a sua volta riduce anche l’infiammazione dei geni. Fonti: Ketogenic Diet Reduces Midlife Mortality and Improves Memory in Aging Mice https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28877458 A Ketogenic Diet Extends Longevity and Healthspan in Adult Mice https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28877457 Bioenergetic state regulates innate inflammatory responses through the transcriptional co-repressor CtBP https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28935892 FONTE: dott.ssa Chiara Patitucci, Neuroscienze
Alimentazione, Motivazione e linguaggio del corpo nello sport

Alimentazione, Motivazione e linguaggio del corpo nello sport

WORK IN PROGRESS
“Alimentazione, Motivazione e Linguaggio non verbale”. Come si relazionano tra loro nella performance sportiva? A breve informazioni più dettagliate e brochure con programma e informazioni sul workshop gratuito di Metamorphosis & NeurEvolution – Formazione, Orientamento & Training Comportamentale in collaborazione con la ASD Prestige