Tag: mitocondri

ATP: il carburante del nostro corpo

ATP: il carburante del nostro corpo

Tutti sappiamo che l’energia per svolgere le funzioni vitali provengono dall’alimentazione, da quelle kcal amate e odiate allo stesso tempo. Ma come avviene tutto questo? Spieghiamolo in maniera breve per chi ne sente parlare per la prima volta. Il nostro organismo ossida quelli che sono chiamati macronutrienti (carboidrati, grassi e proteine) con l’obiettivo di generare una molecola conosciuta come ATP. Questo ATP è una moneta energetica del nostro organismo. Vuoi respirare? Paga con l’ATP! Vuoi muoverti? Usa l’ATP! I carboidrati (pane, pasta, frutta e verdura) forniscono una grande quota di questa energia, soprattutto quando svolgiamo attività fisica ad alta intensità. Se necessario, il corpo ossida con un pò più di lavoro anche le proteine (carne, pesce…) e trasforma alcuni aminoacidi in glucosio (lo zucchero di base). Ci sono inoltre i chetoni, prodotti dal metabolismo dei lipidi (i grassi buoni come olio extravergine di oliva o frutta secca) per lo stesso fine energetico. Naturalmente, anche il grasso immagazzinato nel nostro tessuto adiposo (la ciccia! 😀 ) fornisce energia. A cosa serve questa energia? Una persona sedentaria necessita di energia per le funzioni vitali del proprio corpo (respirare, muoversi, mangiare…); l’attività fisica fa sì che il dispendio calorico derivante dall’esercizio “superi” quello di cui abbiamo bisogno per le nostre funzioni vitali. Viene così a crearsi un bisogno che permette al nostro corpo di utilizzare le riserve accumulate per svolgere le stesse funzioni. Ma chi è che produce questa energia? Nelle cellule è presente un organello particolare di origine molto antica (che le nostre mamme ci lasciano come patrimonio genetico) chiamato mitocondrio. I muscoli scheletrici e il cuore hanno una grande quantità di mitocondri e questo rende più facile la produzione di energia necessaria alle funzioni motorie. Ci sono altri tessuti che invece presentano una quantità limitata di questi organuli, come i globuli bianchi e rossi, la retina o le cellule cerebrali altamente specializzate. Se non forniamo la giusta energia con l’alimentazione, il nostro corpo, essendo intelligente, distribuirà energia dando priorità alle cellule che ne hanno più bisogno per mantenerci in vita. Nel prossimo articolo entreremo nel dettaglio su come gli alimenti contribuiscono al rifornimento di energia, cioè dell’ATP di cui abbiamo appena parlato. STAY TUNED!