Tag: metamorphosis

PRIMI RISULTATI CHETOGENICA SPORTIVA

Prime testimonianze del percorso #STRONG. La #ketochallenge non serve solo al dimagrimento, ma anche al miglioramento della performance e all'ipertrofia se si utilizza il protocollo adeguato! 6.8% di massa grassa per il nostro preparatore della ASD Prestige Metamorphosis: Dott.ssa Sara Valente, Nutrizionistav Dott.ssa Chiara Patitucci Luca Marcaurelio Silvio Menicocci #diariodibordo #diariodellefenici #asdprestige #progettodonna #metamorphosis #dimagrimento

Pubblicato da Metamorphosis: Dott.ssa Sara Valente, Nutrizionista su Venerdì 27 luglio 2018
Eventi Agosto 2017 Roma

Eventi Agosto 2017 Roma

La tua palestra chiude per le vacanze estive? ALLENATI CON NOI dal 14 al 19 agosto! A breve info sui nuovi eventi Metamorphosis! Seguiteci su Fb o restate sintonizzati su www.metamorphosis.fit
Raw Chocofruit Truffles: dolcetti fit

Raw Chocofruit Truffles: dolcetti fit

Ecco i rapidissimi RAW CHOCOFRUIT TRUFFLES! ✔200g di datteri o prugne secche ✔4 cucchiai di latte di cocco o di riso ✔2 cucchiai di cacao amaro ✔2 cucchiai di granella di mandorle o pistacchio ✔2 cucchiai di scaglie di cocco Sminuzzate i datteri e unite tutti gli ingredienti in un mixer. Frulllate il tutto per pochi secondi per ottenere un impasto colloso. Formare con le mani tante piccole palline e ricprirle a piacere con altro cocco in scaglie o granella di pistacchio. Porre nel freezer per circa 1 ora e infine servire il tutto guarnito con bacche di Goji e frutta secca! Buon appetito!
⚠⛔20g di datteri o prugne secche corrispondono a un frutto, quindi occhio a non mangiare più di 3 truffles in sostituzione a un frutto e a una manciata di frutta secca⛔⚠
Oggi vi presentiamo i grassi e il tessuto adiposo

Oggi vi presentiamo i grassi e il tessuto adiposo

I grassi sono formati da 2 tipi di molecole: 1 molecola di glicerolo e 3 molecole di acidi grassi (per questo sono noti anche come trigliceridi). In base alla struttura di questi acidi grassi distinguiamo i lipidi in saturi o insaturi; i primi non presentano doppi legami tra gli atomi della struttura, i secondi ne hanno almeno uno Per riconoscere a primo impatto se un grasso è saturo o insaturo esiste una regola:  i trigliceridi sono liquidi a temperatura ambiente se sono insaturi, i saturi invece sono solidi. Di solito i saturi sono di origine animale, mentre gli insaturi di origine vegetale (gli oli). Esiste poi una via di mezzo: i grassi idrogenati. Questi sono grassi prodotti da trattamenti industriali, usati quando è necessario produrre un grasso solido da uno liquido, come avviene per la margarina. I grassi idrogenati sono i più dannosi presenti in natura! Gli acidi grassi sono la parte dei grassi che ci servono come fonte energetica, ma svolgono anche altre funzioni: aiutano l’assorbimento delle vitamine Liposolubili (A, D, E e K) e sono un elemento chiave di tutti i tessuti perchè fanno parte delle membrane cellulari! Inoltre, quando fa freddo, sono la piu ‘ grande fonte di energia utilizzata dal nostro corpo per riscaldarsi. Anche gli acidi grassi saturi sono usati come fonte energetica. Sono un elemento strutturale importantissimo per la cellula, in quanto modificano e regolano l’espressione di vari geni; essi sono prodotti anche nella ghiandola mammaria, promuovendo una fonte facilmente disponibile di energia che ha capacità di protezione microbica e che garantisce la crescita, lo sviluppo e la sopravvivenza dei cuccioli di mammifero. Ma attenzione a quanti ne ingerite! Essi devono essere assunti in quantità controllata, NON più del 7% dell’alimentazione giornaliera, in quanto sono quei grassi capaci di produrre danni sul sistema cardiovascolare! I trigliceridi vengono accumulati nel tessuto adiposo considerato un vero e proprio organo endocrino in grado di produrre gli ormoni femminili. Il tessuto adiposo è il nostro più grande serbatoio di energia a lungo termine ed è cruciale per l’omeostasi energetica. Può rappresentare circa il 15 % del totale del nostro peso corporeo, ma anche in casi estremi può arrivare al 50 %. Esso e composto da cellule che hanno un nome proprio: gli adipociti. Ma non troviamo solo questi ultimi,  infatti il tessuto adiposo è composto anche da tessuto connettivo, tessuto nervoso, vasi sanguigni; proprio per questo è considerato un organo vero e proprio che funziona autonomamente!  Ma c’è di più! Non abbiamo solo un tipo di tessuto adiposo, ne abbiamo 2: il bianco (quello di cui abbiamo parlato adesso) e il bruno, capace di bruciare energia per produrre calore per mantenere costante la temperatura del nostro corpo. Negli ultimi anni è stato scoperto che un accumulo di tessuto adiposo produce e libera nel nostro corpo molecole infiammatorie, ma di questo ne parleremo la prossima volta 😉 Fonte scientifica: Contreras, et al. Hypothalamus and thermogenesis: Heating the BAT, browning the WAT. Molecular and Cellular Endocrinology (2016)